Aborto, consultori e obiettori: assemblea a Ostia Lido

Aborto, consultori e obiettori: assemblea a Ostia Lido

Diventa colui che condivide

ABORTO: ASSEMBLEA A OSTIA LIDO

Un caso di cronaca che coinvolge l’Ospedale Grassi di Ostia ha riacceso nel territorio temi legati all’aborto, ai consultori e agli obiettori di coscienza. Così tanto da determinare la nascita spontanea di un’assemblea pubblica di Rosse, un collettivo transfemminista del X Municipio di Roma.

 

Spesso mi viene detto che, in quanto uomo, io non mi posso occupare delle tematiche di genere e del femminismo. Non ci credo molto a questo concetto, anche perché a mio avviso è uno dei limiti più grandi nel portare avanti determinate battaglie sociali: cioè, pensare che sia una lotta che solo alcuni possono imbracciare, mentre gli altri devono restare semplicemente a guardare.

Ritengo che una rivoluzione si basi su un sistema intricato di vittime di abusi, megafoni e sensibilizzatori che, insieme, tentano di cambiare la società. Per questo e altri motivi, ho preso parte all’assemblea pubblica andata in scena al Pontile di Ostia, intervistando alcune persone per comprendere al meglio perché, in quanto uomo, questi e altri argomenti mi riguardano molto da vicino.

DISPONIBILE ANCHE SU IGTV

Non chiamateci solo periferia

Che cos'è la violenza sulle donne?

Resta aggiornato sui fatti del mondo


Diventa colui che condivide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *