In piazza per la Roma-Lido

In piazza per la Roma-Lido

Diventa colui che condivide

Finalmente parlo della Roma-Lido. E lo faccio ricordando un concetto ormai noto: abitare a Roma è un’impresa, inutile negarlo. Soprattutto se ogni giorno devi fare affidamento proprio al trasporto pubblico della Capitale, il più delle volte non all’altezza della situazione. Tra le varie linee, la più martoriata è, appunto, la Roma-Lido, in grado di vincere il Premio Caronte come peggior linea d’Italia per quattro anni di fila. 

> Qual è la situazione?

Attualmente, la ferrovia regionale Roma-Lido è protagonista di numerosi disservizi che ne pregiudicano l’integrità. Dai cospicui ritardi alle quotidiane rimodulazioni, dai vari malori degli utenti ai guasti costanti, il servizio non è proprio ai massimi livelli. Molto spesso, possiamo trovare aggiornamenti riguardanti proprio tali problematiche su Twitter.

> Una manifestazione per dire basta

E così, sabato 23 novembre 2019, diversi comitati, tra cui Pendolari Roma-Lido e Quartiere Dragona, hanno organizzato una manifestazione nel X Municipio, alla presenza anche di un referente della Regione Lazio, per fare il punto della situazione riguardo l’intera tratta. Il sit-in è stato anche l’occasione per chiedere delucidazioni in merito alla situazione delle fermate Acilia Sud e Tor Di Valle, i cui cantieri sembrano abbandonati a loro stessi. 

In piazza per la Roma-Lido cartelli

> In piazza per la Roma-Lido

La questione in essere è di vitale importante per numerosi cittadini della periferia. Ed è bene parlarne, portare in auge il tema e, soprattutto, partecipare alle iniziative di piazza. Cosa su cui, purtroppo, dobbiamo ancora lavorare. Questa conclusione l’ho dedotta proprio a seguito della mattinata di proteste, che ho riportato all’interno del mio breve videoreportage.

> Se il video ti è piaciuto, scopri la mia passione per il videomaking su Colui che filma

> Se le foto ti sono piaciute, scopri la mia passione per il photomaking su Colui che fotografa


Diventa colui che condivide