Accetta un consiglio: a Natale, prendi uno zaino e vai a Bologna

Accetta un consiglio: a Natale, prendi uno zaino e vai a Bologna

Diventa colui che condivide
  • 1
    Share

piazza maggiore-basilica san petronio-bologna-angelo andrea vegliante-colui che veglia-colui che viaggia-viaggio-emilia romagna-italia

Circa un anno fa, sono stato a Bologna per la prima volta in vita mia. Durante il periodo di Natale. Un connubio un po’ inusuale, che però è riuscito a donarmi sensazioni particolari e coinvolgenti. Non solo perché l’atmosfera invernale ha colorato la città di lucine e persone, ma anche perché si respirava un clima grandioso tra le vie del capoluogo dell’Emilia-Romagna

> Bologna: un impatto travolgente

Ci tengo a sottolineare che, ogni qualvolta viaggio, tendo a immergermi nella quotidianità della città. Non sono il classico turista che dà consigli su posti dove mangiare ma, come già ho fatto notare in altri articoli, suggerisco sensazioni ed emozioni. O almeno, condivido ciò che un determinato luogo mi ha trasmesso. E l’impatto con Bologna è stato molto coinvolgente, fin da subito. Perché, complice anche il fatto che sono andato in treno, mi sono potuto immergere nella routine cittadina: la stazione, le macchine, i motorini, gli autobus. Che sembrano cose già viste, ma portano con sé vite ancora da scoprire, dinamiche umane da esplorare. 

> I punti storici della città emiliana

Come di consueto, ovviamente, ci sono dei posti fissi da non perdere. Ad esempio, Basilica San Petronio e Piazza Maggiore, crocevia di vari flussi di persone, intente a scattarsi foto in una delle zone più importanti d’Italia. L’interno della Basilica, poi, regala uno spettacolo mozzafiato, ricordandoci la maestosa sacralità dei luoghi di culto. 

piazza maggiore-bologna-emilia romagna-colui che veglia-colui che viaggia-angelo andrea vegliante-italia-natale

A tal proposito, consiglio vivamente di salire sulla terrazza di San Petronio, in quanto è possibile ammirare un primo scorcio dei tetti bolognesi. Un’immensa distesa di architettura che consegnano ai nostri occhi l’imponente visione di un lavoro umano fatto con grande e sapiente tecnica. E dove, durante il periodo invernale, viene allestito un presepe. 

tetti-bologna-emilia romagna-italia-angelo andrea vegliante-colui che viaggia-viaggio-italia-natale

Molto suggestive sono anche le viuzze del centro, tra cui spicca via dell’Indipendenza. Un enorme lingua urbana nella quale la gente si riversa, tra negozi e ristoranti locali. Un modo come un altro per assaporare la diversità quotidiana che questa città sa offrire.

via dell'indipendenza-bologna-italia-emilia romagna-natale-angelo andrea vegliante-colui che veglia-colui che viaggia

Inoltre, vale la pena prendersi un po’ di tempo per visitare la Biblioteca Salaborsa, un colossale spazio dove cultura e modernità si incontrano perfettamente. In questo luogo, studenti, cittadini e curiosi si riversano per leggere un libro, studiare in vista di un esame, prendere un caffé e tanto altro ancora. Diverse, poi, sono le attività proposte al suo interno, rendendo questa biblioteca un vero e proprio polo culturale. 

biblioteca-biblioteca salaborsa-bologna-emilia romagna-italia-angelo andrea vegliante-colui che veglia-colui che viaggia-viaggio-natale

> Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’

Non poteva non esserci una menzione d’onore per la casa di Lucio Dalla, aperta al pubblico in determinati orari. Per chi, come me, ama la musica, questa diventa una tappa fondamentale. A cui, però, voglio dare risalto con parole che scrissi tempo fa in suo onore: 

Ciao Lucio, cioè, ‘ciao’ de che? Non ci siamo mai conosciuti. O per lo meno, tu non sapevi neanche della mia esistenza. Ma io sì. Oggi ti ho ricordato in radio, sai? Sarà un classico, ma per me andava fatto. E forse è stato un atto un po’ egoistico. Da piccolino non potevo permettermi chissà quanti cd, non ho avuto internet fino alla metà della triennale, e così mi capitava di ascoltare alcune tue canzoni dalle raccolte che stavano a poche lire alle bancarelle.

Oppure di trovare qualche cuffia libera nelle biblioteche e nei negozi di dischi, se mi diceva bene. Lucio, non sono uno di quelli che conosce la tua discografia a memoria, lo ammetto. Rimasugliavo dove potevo, nel mio lettore cd le tracce che ascoltavo nei pomeriggi assolati erano sempre le stesse. Sarò banale, ma perché non dovrei esserlo? Mi hai accompagnato persino a scuola con il mio primo e unico mp3 che ancora oggi funziona, pensa te.

E poco importava se le tracce erano sempre le stesse, sapevo apprezzare la bellezza dell’ascolto perpetuo di quei brani. Quelle poche canzoni erano anche le basi sonore dei momenti in cui giocavo con la play scassata e fuori moda: guardavo le immagini in tv disinteressato, canticchiando i tuoi ritornelli. Lucio, mi sarebbe piaciuto conoscerti. Anche solo per chiederti: ‘Ma che ne pensi di tutta sta frenesia, di tutta questa apparenza smisurata?‘.

Chissà che mi avresti detto, a uno come me poi, l’ultimo degli stronzi. Lucio, ho solo tutte queste parole alla rinfusa. Ti volevo solo scrivere un pensiero, una dedica, per ringraziarti di tutte quelle ore passate ad ascoltare quegli stessi pezzi che ancora amo alla follia. O forse ti ho scritto solo per distrarmi un po’ da questo mondo così cupo, oggi come allora. Chissà…“.

Lucio Dalla-Bologna-Italia-Emilia Romagna-angelo andrea vegliante-colui che veglia-colui che viaggia-viaggio-natale

> Bologna: la mia video-visita

Non solo foto, poiché durante la mia permanenza in Emila-Romagna ho avuto modo di girare la mia consueta video-visita. Ecco il biglietto da visita da me creato per invogliarvi a visitare Bologna durante le feste natalizie.

> Hai posti da consigliarmi? Scrivimi sulla mia pagina Facebook o sul mio contatto Instagram

> Se il video ti è piaciuto, scopri la mia passione per il videomaking su Colui che filma

> Se le foto ti sono piaciute, scopri la mia passione per il photomaking su Colui che fotografa

albero di natale-bologna-natale-angelo andrea vegliante-colui che veglia-colui che viaggia-viaggio


Diventa colui che condivide
  • 1
    Share