Coronavirus: il giornalista è un nemico (se non parla bene di noi)

Se volessimo trovare il lato migliore della pandemia da Coronavirus, bisognerebbe fare un discorso prettamente filosofico: il virus ci sta insegnando a riqualificare le nostre certezze stereotipate. Altresì, ci sta rammentando che un'altra società è possibile, e che alcune categorie sociali 'ciancicate' in pubblica piazza non devono essere dimenticate. In…

Coronavirus e superficialità nell’informarsi: avete rotto il c.a.z.z.o.

Ieri ho pubblicato un nuovo podcast a tema Coronavirus nel quale affronto l'importanza di non soffermarsi a leggere solo il titolo di una notizia. Si tratta della terza puntata di "Giornalisticamente Parlando", nella quale spiego quanto la superficialità nell'informarsi possa risultare dannosa. Questa tema ho avuto modo di affrontarlo anche…

Coronavirus: non fermiamoci a leggere solo il titolo di una notizia

Il nuovo Coronavirus è un argomento che sta mettendo al centro delle discussioni filosofiche il ruolo del giornalismo moderno. Un ruolo che non è poi così scontato in una società democratica, ma che assume connotati importanti per l'espressione della conoscenza. In particolare, lo abbiamo visto nelle puntate precedenti di "Giornalisticamente…

Coronavirus Italia, quando un’opinione perde il valore di essere tale

Nuovo articolo in tema Coronavirus Italia, sempre nell'ottica della mia serie podcast "Giornalisticamente Parlando". Dopo aver snocciolato alcuni consigli su come bloccare le Fake News, quest'oggi affrontiamo un tema assai spinoso: quando un'opinione perde il valore di essere tale. Cosa significa? Banalmente, se questioniamo, giudichiamo o commentiamo una notizia, partendo…
1 2 3 6